19032011.jpg
19032010.jpg
Stampa E-mail

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

LEA PERICOLI PRESENTA

IL SUO ULTIMO LIBRO

"L'ANGELO CAPOVOLTO",

RACCONTI PER GRANDI E PICCINI

 

Copertina L'angelo capovolto

Milano, 29 novembre 2011 – Doppia chiave di lettura per l’ultima “fatica” di Lea Pericoli, ex tennista e ora commentatrice televisiva e affermata scrittrice è un’opera che si rivolge a lettori di tutte le età. “L’Angelo Capovolto” propone una serie di racconti fantasiosi e in apparenza stravaganti dove l’autrice prende spunto dalla sua infanzia per raccontare la fuga della vita che sfugge e se ne va veloce come un tramonto africano.

A inaugurare la raccolta è l’avventura di un angelo bianco incuriosito dallo splendore degli altipiani d’Etiopia, caduto da una nuvola e raccolto da un bambino nero. La singolare amicizia tra due creature tanto diverse, la loro complicità, disegna su di uno sfondo primitivo ed ostile una incantata vicenda che spaventa gli adulti al punto da condannarsi a subire un epilogo crudele.

Ne segue un tenero girotondo di piccole creature e personaggi immaginari che si imbattono nella devastante malvagità della terra. Una serie di incontri o di vagheggiate rispondenze, proiezioni del sodalizio tra l’angelo bianco e il bambino nero, che vedono alternarsi nel ruolo di protagonista, in un’atmosfera umanissima eppure disertata dagli umani, un grillo innamorato di una stella, un piccolo cane randagio in cerca di un padrone, una ancor più minuscola stellina desiderosa di trasformarsi in fiore.

Per finire, c’è un bambino dagli occhi tristi che non cresce mai, compagno onnipresente del cammino di Lea, pronto ad apparirle nei momenti più bui e capace di consolarla. Il bambino è simbolo della morte, indisgiungibile dalla vita, immagine ostinata e fedele di sogni e aspirazioni che Lea e i suoi personaggi sembrano destinati a non raggiungere mai.

Tutti però, voce narrante compresa, impareranno ad accettare quanto di meraviglioso sempre si nasconde, e prima o poi si rivela, in ogni forma di esperienza terrena.

Lea Pericoli, famosa tennista, è oggi una scrittrice affermata, non solo per i numerosi articoli che scrive per quotidiani e riviste: ha all'attivo tre libri, di cui uno solo tratta di tennis: C'era una volta il tennis. Dolce vita, vittorie e sconfitte di Nicola Pietrangeli (2007), per il quale è stata l'unica donna a conquistare il Premio Gianni Brera nel 2009. Le altre due opere sono racconti autobiografici e portano alla luce i ricordi più cari e lontani: Questa bellissima vita (1976), secondo premio Bancarella Sport e Maldafrica. I ricordi della mia vita (2009).


L’Angelo Capovolto - Edizioni Rai Eri
Codice ISBN: 978883971555-5
Pagg. 118, euro 9,50

http://www.leapericoli.it/
Intervista Sky TG24
Per scaricare testo e immagini in alta risoluzione
Per recensire il libro, richiederne copia all’Ufficio Stampa

Ufficio stampa:

TML Comunicazione
Giovanna Pasini
via Nirone, 10 - 20123 Milano
t. +390286454812
f. +390286454880